Leasing Immobiliare

– Il leasing consente il finanziamento del 100% del valore dell’immobile e può eventualmente includere anche l’arredamento;

– risparmio sulle spese notarili in quanto non è prevista nessuna ipoteca;

– al momento del riscatto il costo risulta conveniente perché la quota percentuale del riscatto viene calcolata in base al valore dell’immobile al momento della sottoscrizione del contratto, si acquista dunque al prezzo di almeno otto anni prima ( durata minima delle formule leasing).

– In caso di difficoltà economica da parte del cliente, il pagamento del canone, per una volta per tutta la durata del contratto di leasing immobiliare, può essere bloccato per 12 mesi senza alcuna commissione aggiuntiva.

Essendo l’immobile di proprietà della società concedente per tutta la durata del contratto, la rendita dell’abitazione non concorre a formare il reddito imponibile e non deve essere indicata nella dichiarazione dei redditi;

– le società di leasing detraggono l’Iva sull’acquisto delle abitazioni e, di conseguenza, non aumenta il prezzo dell’immobile, (come di solito avviene con i mutui)

– è possibile optare per un canone costante per tutta la durata del contratto, oppure variabile (crescente o decrescente).

Le garanzie accessorie sono di carattere assicurativo: oltre alla polizza vita richiesta spesso anche per altri finanziamenti immobiliari, sono obbligatorie, polizze che coprano eventuali danni all’immobile causati da incendi, scoppi e catastrofi naturali, il più delle volte è richiesta una fideiussione.